Nonno Carlo, item 5

Edit transcription:
...
Transcription saved
Enhance your transcribing experience by using full-screen mode

Transcription

You have to be logged in to transcribe. Please login or register and click the pencil-button again

Testamento olografo

di

Carlo Frola __________________________________________________________________________________________________________

     Lascio alle mie figlie Maria e Teresa, a titolo di dote comprensiva della legittima lire duemila ciascuna, da pagarsi all'atto del loro matrimonio, oppure quando abbiano raggiunto la maggiore età.

     Chiamo ad eredi di tutte le mie sostanze, sì mobili che immobili, i miei figli Benedetto, Francesco e Giuseppe. Questi non dovranno entrare in possesso di tali sostanze finché sopravvivrà la loro madre: potranno solo prelevare lire duemila ciascuno all'atto del loro matrimonio. 

      A mia moglie, Clementina Oggero, lascio l'usufrutto, senza obbligo d'inventario: di ogni mio avere, fino a quando non debba, coma ho disposto più sopra, pagare le doti alle figlie o gli acconti sull'eredità ai figli; e di quanto altro, dopo tali pagamenti, ne residuasse, per tutta la sua vita.

     Queste sono le mie ultime volontà riguardo le poche sostanze che a Dio piacque darmi.   

Transcription saved

Testamento olografo

di

Carlo Frola __________________________________________________________________________________________________________

     Lascio alle mie figlie Maria e Teresa, a titolo di dote comprensiva della legittima lire duemila ciascuna, da pagarsi all'atto del loro matrimonio, oppure quando abbiano raggiunto la maggiore età.

     Chiamo ad eredi di tutte le mie sostanze, sì mobili che immobili, i miei figli Benedetto, Francesco e Giuseppe. Questi non dovranno entrare in possesso di tali sostanze finché sopravvivrà la loro madre: potranno solo prelevare lire duemila ciascuno all'atto del loro matrimonio. 

      A mia moglie, Clementina Oggero, lascio l'usufrutto, senza obbligo d'inventario: di ogni mio avere, fino a quando non debba, coma ho disposto più sopra, pagare le doti alle figlie o gli acconti sull'eredità ai figli; e di quanto altro, dopo tali pagamenti, ne residuasse, per tutta la sua vita.

     Queste sono le mie ultime volontà riguardo le poche sostanze che a Dio piacque darmi.   


Transcription history
  • February 1, 2017 15:24:49 Stefania Biron

    Testamento olografo

    di

    Carlo Frola __________________________________________________________________________________________________________

         Lascio alle mie figlie Maria e Teresa, a titolo di dote comprensiva della legittima lire duemila ciascuna, da pagarsi all'atto del loro matrimonio, oppure quando abbiano raggiunto la maggiore età.

         Chiamo ad eredi di tutte le mie sostanze, sì mobili che immobili, i miei figli Benedetto, Francesco e Giuseppe. Questi non dovranno entrare in possesso di tali sostanze finché sopravvivrà la loro madre: potranno solo prelevare lire duemila ciascuno all'atto del loro matrimonio. 

          A mia moglie, Clementina Oggero, lascio l'usufrutto, senza obbligo d'inventario: di ogni mio avere, fino a quando non debba, coma ho disposto più sopra, pagare le doti alle figlie o gli acconti sull'eredità ai figli; e di quanto altro, dopo tali pagamenti, ne residuasse, per tutta la sua vita.

         Queste sono le mie ultime volontà riguardo le poche sostanze che a Dio piacque darmi.   

  • January 18, 2017 10:38:28 Stefania Biron

    Testamento olografo

    di

    Carlo Frola __________________________________________________________________________________________________________

         Lascio alle mie figlie Maria e Teresa, a titolo di dote comprensiva della legittima lire duemila ciascuna, da pagarsi all'atto del loro matrimonio, oppure quando abbiano raggiunto la maggiore età.

         Chiamo ad eredi di tutte le mie sostanze, sì mobili che immobili, i miei figli Benedetto, Francesco e Giuseppe. Questi non dovranno entrare in possesso di tali sostanze finché sopravvivrà la loro madre: potranno solo prelevare lire duemila ciascuno all'atto del loro matrimonio.

          A mia moglie, Clementina Oggero, lascio l'usufrutto, senza obbligo d'inventario: di ogni mio avere, fino a quando non debba, coma ho disposto più sopra, pagare le doti alle figlie o gli acconti sull'eredità ai figli; e di quanto altro, dopo tali pagamenti, ne residuasse, per tutta la sua vita.

         Queste sono le mie ultime volontà riguardo le poche sostanze che a Dio piacque darmi.   


  • January 18, 2017 10:38:01 Stefania Biron

    Testamento olografo

    di

    Carlo Frola

    ___________________________________________________________________________________________________________________

         Lascio alle mie figlie Maria e Teresa, a titolo di dote comprensiva della legittima lire duemila ciascuna, da pagarsi all'atto del loro matrimonio, oppure quando abbiano raggiunto la maggiore età.

         Chiamo ad eredi di tutte le mie sostanze, sì mobili che immobili, i miei figli Benedetto, Francesco e Giuseppe. Questi non dovranno entrare in possesso di tali sostanze finché sopravvivrà la loro madre: potranno solo prelevare lire duemila ciascuno all'atto del loro matrimonio.

          A mia moglie, Clementina Oggero, lascio l'usufrutto, senza obbligo d'inventario: di ogni mio avere, fino a quando non debba, coma ho disposto più sopra, pagare le doti alle figlie o gli acconti sull'eredità ai figli; e di quanto altro, dopo tali pagamenti, ne residuasse, per tutta la sua vita.

         Queste sono le mie ultime volontà riguardo le poche sostanze che a Dio piacque darmi.   


  • January 17, 2017 14:11:12 Stefania Biron

    Testamento olografo

    di

    Carlo Frola

    ______________________________________________________________________________________________________________________

         Lascio alle mie figlie Maria e Teresa, a titolo di dote comprensiva della legittima lire duemila ciascuna, da pagarsi all'atto del loro matrimonio, oppure quando abbiano raggiunto la maggiore età.

         Chiamo ad eredi di tutte le mie sostanze, sì mobili che immobili, i miei figli Benedetto, Francesco e Giuseppe. Questi non dovranno entrare in possesso di tali sostanze finché sopravvivrà la loro madre: potranno solo prelevare lire duemila ciascuno all'atto del loro matrimonio.

          A mia moglie, Clementina Oggero, lascio l'usufrutto, senza obbligo d'inventario: di ogni mio avere, fino a quando non debba, coma ho disposto più sopra, pagare le doti alle figlie o gli acconti sull'eredità ai figli; e di quanto altro, dopo tali pagamenti, ne residuasse, per tutta la sua vita.

         Queste sono le mie ultime volontà riguardo le poche sostanze che a Dio piacque darmi   


Description

Save description
  • 48.2111745||16.346987799999965||

    ||1
Location(s)
  • Story location
Login and add location


ID
5643 / 61927
Source
http://europeana1914-1918.eu/...
Contributor
Maria Franca Frola
Licence
http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/


Login to edit the languages

Login to edit the fronts

Login to add keywords

Login and add links

Notes and questions

Login to leave a note