La vicenda di Giovanni de Peppo, item 30

Edit transcription:
...
Transcription saved
Enhance your transcribing experience by using full-screen mode

Transcription

You have to be logged in to transcribe. Please login or register and click the pencil-button again

di poter andar via.- Ho profittato dell'occasione, e, l'ho pregato calda-

mente di un favore, di servirmi di lui cioè per poter scrivere più liberamente far giungere

una lettera a casa che possa essere imbucata direttamente a Napoli.- molta

e dove possa potrò scrivere liberamente, senza paura della censura, quì assai ri-

gorosa, raccontando per esteso senza reticenza la mia vita e le mie ve-

e condizioni e richiedendo tutto quanto ho bisogno.- col vantaggio di Più ancora mi sarà dato

il mezzo di far conoscere avere in soli pochi giorni notizie mie, mentre servendosi della 

posta, le lettere impiegano più di venti giorni, come mi dicono, ed e

certamente ancora di più ora in questi momenti eccezionali:- assai

gentilmente Calicchio si è mostrato ben felice di accontentarmi.-

Posso scrivere la prima lettera a casa Domani è giornata in cui parte la posta e questa sera ho scritto ho la consolazione di poter scrivere la prima

lettera a casa, dopo ben 16 giorni di prigionia: il mio animo pensiero cuore è pie-

no di mille impressioni: ho tante cose da dire, da raccomandare, da 

chiedere, e non posso dare pieno sfogo all'anima mia, sia per la cen-

sura che non mi permette di scrivere quanto quello che vorrei, sia per le prescrizio-

ni in vigore che limitano la lunghezza delle lettere a solo 50 righe:

incomincio a scrivere quanto mi viene giù dalla penna ed giungo

arrivo alla 60 righe fine che non me ne sono accorto e non ho detto niente

di quanto volevo ed avevo da dire: le 60 righe somo complete e non me ne sono

manco neanche accorto.-

10 nov:- Manco a farlo apposta, vien fuori un ordine del giorno austriaco

- come se fosse stato fatto appositamente per me - in cui vien detto che gli agli in-

validi rimpatriati verrà passata prima della partenza una rigorosa rivista e quelli coloro i quali verranno trovati possessori in possesso di lettere o documenti di

altri prigionieri verranno senz'altro fatti tornare indietro.- E' inutile 

dirlo che mi è venuto a mancare il mezzo di far avere notizie mie a casa

servendomi di Calicchio: tuttavia questi, con molto interessamento e corte-

sia, non potendo prendersi la responsabilità di prendersi pigliare con sè la mia

lettera e di sfidare le severe punizioni in proposito, mi ha proposto

e si è fatto dare il mi il mio indirizzo di Napoli, offrendosi di

scrivere lui a nome mio appena giunto a in Patria, e nel caso, se gli

riusciva fosse riuscito possibile di persona lui egli stesso a casa a parlare

di me ai miei.- Gli sarei saltato al collo per la gratitudine.-

Speriamo che parta subito e p che possa andare a casa!-

Transcription saved

di poter andar via.- Ho profittato dell'occasione, e, l'ho pregato calda-

mente di un favore, di servirmi di lui cioè per poter scrivere più liberamente far giungere

una lettera a casa che possa essere imbucata direttamente a Napoli.- molta

e dove possa potrò scrivere liberamente, senza paura della censura, quì assai ri-

gorosa, raccontando per esteso senza reticenza la mia vita e le mie ve-

e condizioni e richiedendo tutto quanto ho bisogno.- col vantaggio di Più ancora mi sarà dato

il mezzo di far conoscere avere in soli pochi giorni notizie mie, mentre servendosi della 

posta, le lettere impiegano più di venti giorni, come mi dicono, ed e

certamente ancora di più ora in questi momenti eccezionali:- assai

gentilmente Calicchio si è mostrato ben felice di accontentarmi.-

Posso scrivere la prima lettera a casa Domani è giornata in cui parte la posta e questa sera ho scritto ho la consolazione di poter scrivere la prima

lettera a casa, dopo ben 16 giorni di prigionia: il mio animo pensiero cuore è pie-

no di mille impressioni: ho tante cose da dire, da raccomandare, da 

chiedere, e non posso dare pieno sfogo all'anima mia, sia per la cen-

sura che non mi permette di scrivere quanto quello che vorrei, sia per le prescrizio-

ni in vigore che limitano la lunghezza delle lettere a solo 50 righe:

incomincio a scrivere quanto mi viene giù dalla penna ed giungo

arrivo alla 60 righe fine che non me ne sono accorto e non ho detto niente

di quanto volevo ed avevo da dire: le 60 righe somo complete e non me ne sono

manco neanche accorto.-

10 nov:- Manco a farlo apposta, vien fuori un ordine del giorno austriaco

- come se fosse stato fatto appositamente per me - in cui vien detto che gli agli in-

validi rimpatriati verrà passata prima della partenza una rigorosa rivista e quelli coloro i quali verranno trovati possessori in possesso di lettere o documenti di

altri prigionieri verranno senz'altro fatti tornare indietro.- E' inutile 

dirlo che mi è venuto a mancare il mezzo di far avere notizie mie a casa

servendomi di Calicchio: tuttavia questi, con molto interessamento e corte-

sia, non potendo prendersi la responsabilità di prendersi pigliare con sè la mia

lettera e di sfidare le severe punizioni in proposito, mi ha proposto

e si è fatto dare il mi il mio indirizzo di Napoli, offrendosi di

scrivere lui a nome mio appena giunto a in Patria, e nel caso, se gli

riusciva fosse riuscito possibile di persona lui egli stesso a casa a parlare

di me ai miei.- Gli sarei saltato al collo per la gratitudine.-

Speriamo che parta subito e p che possa andare a casa!-


Transcription history
  • July 7, 2017 14:56:39 Stefania Biron

    di poter andar via.- Ho profittato dell'occasione, e, l'ho pregato calda-

    mente di un favore, di servirmi di lui cioè per poter scrivere più liberamente far giungere

    una lettera a casa che possa essere imbucata direttamente a Napoli.- molta

    e dove possa potrò scrivere liberamente, senza paura della censura, quì assai ri-

    gorosa, raccontando per esteso senza reticenza la mia vita e le mie ve-

    e condizioni e richiedendo tutto quanto ho bisogno.- col vantaggio di Più ancora mi sarà dato

    il mezzo di far conoscere avere in soli pochi giorni notizie mie, mentre servendosi della 

    posta, le lettere impiegano più di venti giorni, come mi dicono, ed e

    certamente ancora di più ora in questi momenti eccezionali:- assai

    gentilmente Calicchio si è mostrato ben felice di accontentarmi.-

    Posso scrivere la prima lettera a casa Domani è giornata in cui parte la posta e questa sera ho scritto ho la consolazione di poter scrivere la prima

    lettera a casa, dopo ben 16 giorni di prigionia: il mio animo pensiero cuore è pie-

    no di mille impressioni: ho tante cose da dire, da raccomandare, da 

    chiedere, e non posso dare pieno sfogo all'anima mia, sia per la cen-

    sura che non mi permette di scrivere quanto quello che vorrei, sia per le prescrizio-

    ni in vigore che limitano la lunghezza delle lettere a solo 50 righe:

    incomincio a scrivere quanto mi viene giù dalla penna ed giungo

    arrivo alla 60 righe fine che non me ne sono accorto e non ho detto niente

    di quanto volevo ed avevo da dire: le 60 righe somo complete e non me ne sono

    manco neanche accorto.-

    10 nov:- Manco a farlo apposta, vien fuori un ordine del giorno austriaco

    - come se fosse stato fatto appositamente per me - in cui vien detto che gli agli in-

    validi rimpatriati verrà passata prima della partenza una rigorosa rivista e quelli coloro i quali verranno trovati possessori in possesso di lettere o documenti di

    altri prigionieri verranno senz'altro fatti tornare indietro.- E' inutile 

    dirlo che mi è venuto a mancare il mezzo di far avere notizie mie a casa

    servendomi di Calicchio: tuttavia questi, con molto interessamento e corte-

    sia, non potendo prendersi la responsabilità di prendersi pigliare con sè la mia

    lettera e di sfidare le severe punizioni in proposito, mi ha proposto

    e si è fatto dare il mi il mio indirizzo di Napoli, offrendosi di

    scrivere lui a nome mio appena giunto a in Patria, e nel caso, se gli

    riusciva fosse riuscito possibile di persona lui egli stesso a casa a parlare

    di me ai miei.- Gli sarei saltato al collo per la gratitudine.-

    Speriamo che parta subito e p che possa andare a casa!-


  • July 7, 2017 14:51:47 Stefania Biron

    di poter andar via.- Ho profittato dell'occasione, e, l'ho pregato calda-

    mente di un favore, di servirmi di lui cioè per poter scrivere più liberamente far giungere

    una lettera a casa che possa essere imbucata direttamente a Napoli.- molta

    e dove possa potrò scrivere liberamente, senza paura della censura, quì assai ri-

    gorosa, raccontando per esteso senza reticenza la mia vita e le mie ve-

    e condizioni e richiedendo tutto quanto ho bisogno.- col vantaggio di Più ancora mi sarà dato

    il mezzo di far conoscere avere in soli pochi giorni notizie mie, mentre servendosi della 

    posta, le lettere impiegano più di venti giorni, come mi dicono, ed e

    certamente ancora di più ora in questi momenti eccezionali:- assai

    gentilmente Calicchio si è mostrato ben felice di accontentarmi.-

    Posso scrivere la prima lettera a casa Domani è giornata in cui parte la posta e questa sera ho scritto ho la consolazione di poter scrivere la prima

    lettera a casa, dopo ben 16 giorni di prigionia: il mio animo pensiero cuore è pie-

    no di mille impressioni: ho tante cose da dire, da raccomandare, da 

    chiedere, e non posso dare pieno sfogo all'anima mia, sia per la cen-

    sura che non mi permette di scrivere quanto quello che vorrei, sia per le prescrizio-

    ni in vigore che limitano la lunghezza delle lettere a solo 50 righe:

    incomincio a scrivere quanto mi viene giù dalla penna ed giungo

    arrivo alla 60 righe fine che non me ne sono accorto e non ho detto niente

    di quanto volevo ed avevo da dire: le 60 righe somo complete e non me ne sono

    manco neanche accorto.-

    10 nov:- Manco a farlo apposta, vien fuori un ordine del giorno austriaco

    - come se fosse stato fatto appositamente per me - in cui vien detto che gli agli in-

    validi rimpatriati verrà passata prima della partenza una rigorosa rivista e quelli coloro i quali verranno trovati possessori in possesso di lettere o documenti di

    altri prigionieri verranno senz'altro fatti tornare indietro.- E' inutile 

    dirlo che mi è venuto a mancare il mezzo di far avere notizie mie a casa

    servendomi di Calicchio: tuttavia questi, con molto interessamento e corte-

    sia, non potendo prendersi la responsabilità di prendersi pigliare con sè la mia

    lettera e di sfidare le severe punizioni in proposito, mi ha proposto



  • July 7, 2017 14:04:50 Stefania Biron

    di poter andar via.- Ho profittato dell'occasione, e, l'ho pregato calda-

    mente di un favore, di servirmi di lui cioè per poter scrivere più liberamente far giungere

    una lettera a casa che possa essere imbucata direttamente a Napoli.- molta

    e dove possa potrò scrivere liberamente, senza paura della censura, quì assai ri-

    gorosa, raccontando per esteso senza reticenza la mia vita e le mie ve-

    e condizioni e richiedendo tutto quanto ho bisogno.- col vantaggio di Più ancora mi sarà dato

    il mezzo di far conoscere avere in soli pochi giorni notizie mie, mentre servendosi della 

    posta, le lettere impiegano più di venti giorni, come mi dicono, ed e

    certamente ancora di più ora in questi momenti eccezionali:- assai

    gentilmente Calicchio si è mostrato ben felice di accontentarmi.-

    Posso scrivere la prima lettera a casa Domani è giornata in cui parte la posta e questa sera ho scritto ho la consolazione di poter scrivere la prima

    lettera a casa, dopo ben 16 giorni di prigionia: il mio animo pensiero cuore è pie-

    no di mille impressioni: ho tante cose da dire, da raccomandare, da 

    chiedere, e non posso dare pieno sfogo all'anima mia, sia per la cen-

    sura che non mi permette di scrivere quanto quello che vorrei, sia per le prescrizio-

    ni in vigore che limitano la lunghezza delle lettere a solo 50 righe:

    incomincio a scrivere quanto mi viene giù dalla penna ed giungo

    arrivo alla 60 righe fine che non me ne sono accorto e non ho detto niente

    di quanto volevo ed avevo da dire: le 60 righe somo complete e non me ne sono

    manco neanche accorto.-

    10 nov:- Manco a farlo apposta, vien fuori un ordine del giorno austriaco

    - come se fosse stato fatto appositamente per me - in cui vien detto che gli agli in-

    validi rimpatriati verrà passata prima della partenza una rigorosa rivista e quelli coloro i quali


  • July 7, 2017 11:51:01 Stefania Biron

    di poter andar via.- Ho profittato dell'occasione, e, l'ho pregato calda-

    mente di un favore, di servirmi di lui cioè per poter scrivere più liberamente far giungere

    una lettera a casa che possa essere imbucata direttamente a Napoli.- molta

    e dove possa potrò scrivere liberamente, senza paura della censura, quì assai ri-

    gorosa, raccontando per esteso senza reticenza la mia vita e le mie ve-

    e condizioni e richiedendo tutto quanto ho bisogno.- col vantaggio di Più ancora mi sarà dato

    il mezzo di far conoscere avere in soli pochi giorni notizie mie, mentre servendosi della 

    posta, le lettere impiegano più di venti giorni, come mi dicono, ed e

    certamente ancora di più ora in questi momenti eccezionali:- assai

    gentilmente Calicchio si è mostrato ben felice di accontentarmi.-

    Posso scrivere la prima lettera a casa Domani è giornata in cui parte la posta e questa sera ho scritto ho la consolazione di poter scrivere la prima

    lettera a casa, dopo ben 16 giorni di prigionia: il mio animo pensiero cuore è pie-

    no di mille impressioni: ho tante cose da dire, da raccomandare, da 

    chiedere, e non posso dare pieno sfogo all'anima mia, sia per la cen-

    sura che non mi permette di scrivere quanto quello che vorrei, sia per le prescrizio-

    ni in vigore che limitano la lunghezza delle lettere a solo 50 righe:



  • July 7, 2017 10:35:19 Stefania Biron

    di poter andar via.- Ho profittato dell'occasione, e, l'ho pregato calda-

    mente di un favore, di servirmi di lui cioè per poter scrivere più liberamente far giungere

    una lettera a casa che possa essere imbucata direttamente a Napoli.- molta

    e dove possa potrò scrivere liberamente, senza paura della censura, quì assai ri-

    gorosa, raccontando per esteso senza reticenza la mia vita e le mie ve


  • July 7, 2017 10:35:12 Stefania Biron

    di poter andar via.- Ho profittato dell'occasione, e, l'ho pregato calda-

    mente di un favore, di servirmi di lui cioè per poter scrivere più liberamente far giungere

    una lettera a casa che possa essere imbucata direttamente a Napoli.- molta

    e dove possa potrò scrivere lineramente, senza paura della censura, quì assai ri-

    gorosa, raccontando per esteso senza reticenza la mia vita e le mie ve


Description

Save description
  • 46.26436529999999||13.60910309999997||

    Caporetto

    ||1
Location(s)
  • Story location Caporetto
Login and add location


ID
5568 / 240061
Source
http://europeana1914-1918.eu/...
Contributor
Mario De Peppo
License
http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/


Login to edit the languages

Login to edit the fronts
  • Italian Front

Login to add keywords
  • Artillery
  • Military Punishment
  • Prisoners of War

Login and add links

Notes and questions

Login to leave a note