La vicenda di Giovanni de Peppo, item 29

Edit transcription:
...
Transcription saved
Enhance your transcribing experience by using full-screen mode

Transcription

You have to be logged in to transcribe. Please login or register and click the pencil-button again

a mancare tutto quei proventi necessari perché si possa man-

giar bene e ci si deve accontentare ora di quanto concede

l'Austria e di quel po' di riserva che ancora c'era prima del nostro

arrivo.- Mi son procurato un modulo di Telegramma e mi affretto

a telegrafare a casa, cosa che non ho potuto assolutamente far

prima di questo giorno: mi dicono che in tempi norm non si 

sa ancora però se la frontiera Svizzera è stata riaperta tuttora chiusa, pare

anzi sia stata riaperta e poi richiusa: e c'è chi dice che i solo se il telegrammi non

posta hanno il via libera.- Speriamo o per lo meno mi auguro

che abbia potuto partire la cartolina scritta da Ober-Leiback.-

Le sofferenze e i pat materiali patite durante tutti questo i giorni

scorsi, sono ben poco, niente del tutto di fronte allo strazio morale di non riuscire che si prova: cosa mai non 

si farebbe perché far conoscere al più presto si potesse far conoscere ai nostri cari, che da tanti giorni sono

in pena senza nostre notizie sapere niente, di noi, le notizie sulla nostra

sorte.-

9 nov - Faccio la conoscenza del Tenente macchinista di marina napoletano Calicchio,

che si trova nella mia baracca: è napoletano è napoletano e facciamo subito amicizia: è stato preso prigioniero, poveraccio, 6

ore dopo la dichiarazione di guerra a bordo della cacciatorpediniere "Turbine" affonda-

to da nelle acque dell'Adriatico: è il più vecchio tra i veterano dei prigionieri di guerra italiani: mi racconta le sue mi racconta la sua miserie storia

miserie, e mi mette a nudo lo stato del suo animo demoralizzato al massimo grado tanto più che

quanto    vecchi, non è rimasto quasi più nessuno son riusciti tutti, o per mezzo di forti raccomandazioni o per mali

simulati, a farsi riconoscere quali come invalidi ed ottenere il rimpatrio.- Anch'egli

si è dato molto da fare, e dopo tanti stenti c'era riuscito anche lui: ed alcuni giorni prima dell'offensiva doveva andar rim-

patriare via partire: si era già messo in treno: non mancava che il pronti per partire, quando è giunta la comuni-

cazione che la frontiera era stata chiusa: ha dovuto ritornarsene al campo 

e mi diceva, che quasi con le lagrime agli occhi, che mai nella sua vita ha

provato una delusione maggiore.- Lo immagino perfettamente:- c'è davvero

da farsi venire un accidente, dopo ben 29 mesi di prigionia tornare all'inferno quando si era per toccare il cielo col dito e già pregustava la gr

felicità del rimpatrio dopo ben 29 mesi di prigionia:- In tutti i modi,

si è un po' acquietato ora e paziente aspetta che ritorni l'ordine

Transcription saved

a mancare tutto quei proventi necessari perché si possa man-

giar bene e ci si deve accontentare ora di quanto concede

l'Austria e di quel po' di riserva che ancora c'era prima del nostro

arrivo.- Mi son procurato un modulo di Telegramma e mi affretto

a telegrafare a casa, cosa che non ho potuto assolutamente far

prima di questo giorno: mi dicono che in tempi norm non si 

sa ancora però se la frontiera Svizzera è stata riaperta tuttora chiusa, pare

anzi sia stata riaperta e poi richiusa: e c'è chi dice che i solo se il telegrammi non

posta hanno il via libera.- Speriamo o per lo meno mi auguro

che abbia potuto partire la cartolina scritta da Ober-Leiback.-

Le sofferenze e i pat materiali patite durante tutti questo i giorni

scorsi, sono ben poco, niente del tutto di fronte allo strazio morale di non riuscire che si prova: cosa mai non 

si farebbe perché far conoscere al più presto si potesse far conoscere ai nostri cari, che da tanti giorni sono

in pena senza nostre notizie sapere niente, di noi, le notizie sulla nostra

sorte.-

9 nov - Faccio la conoscenza del Tenente macchinista di marina napoletano Calicchio,

che si trova nella mia baracca: è napoletano è napoletano e facciamo subito amicizia: è stato preso prigioniero, poveraccio, 6

ore dopo la dichiarazione di guerra a bordo della cacciatorpediniere "Turbine" affonda-

to da nelle acque dell'Adriatico: è il più vecchio tra i veterano dei prigionieri di guerra italiani: mi racconta le sue mi racconta la sua miserie storia

miserie, e mi mette a nudo lo stato del suo animo demoralizzato al massimo grado tanto più che

quanto    vecchi, non è rimasto quasi più nessuno son riusciti tutti, o per mezzo di forti raccomandazioni o per mali

simulati, a farsi riconoscere quali come invalidi ed ottenere il rimpatrio.- Anch'egli

si è dato molto da fare, e dopo tanti stenti c'era riuscito anche lui: ed alcuni giorni prima dell'offensiva doveva andar rim-

patriare via partire: si era già messo in treno: non mancava che il pronti per partire, quando è giunta la comuni-

cazione che la frontiera era stata chiusa: ha dovuto ritornarsene al campo 

e mi diceva, che quasi con le lagrime agli occhi, che mai nella sua vita ha

provato una delusione maggiore.- Lo immagino perfettamente:- c'è davvero

da farsi venire un accidente, dopo ben 29 mesi di prigionia tornare all'inferno quando si era per toccare il cielo col dito e già pregustava la gr

felicità del rimpatrio dopo ben 29 mesi di prigionia:- In tutti i modi,

si è un po' acquietato ora e paziente aspetta che ritorni l'ordine


Transcription history
  • July 7, 2017 10:31:13 Stefania Biron

    a mancare tutto quei proventi necessari perché si possa man-

    giar bene e ci si deve accontentare ora di quanto concede

    l'Austria e di quel po' di riserva che ancora c'era prima del nostro

    arrivo.- Mi son procurato un modulo di Telegramma e mi affretto

    a telegrafare a casa, cosa che non ho potuto assolutamente far

    prima di questo giorno: mi dicono che in tempi norm non si 

    sa ancora però se la frontiera Svizzera è stata riaperta tuttora chiusa, pare

    anzi sia stata riaperta e poi richiusa: e c'è chi dice che i solo se il telegrammi non

    posta hanno il via libera.- Speriamo o per lo meno mi auguro

    che abbia potuto partire la cartolina scritta da Ober-Leiback.-

    Le sofferenze e i pat materiali patite durante tutti questo i giorni

    scorsi, sono ben poco, niente del tutto di fronte allo strazio morale di non riuscire che si prova: cosa mai non 

    si farebbe perché far conoscere al più presto si potesse far conoscere ai nostri cari, che da tanti giorni sono

    in pena senza nostre notizie sapere niente, di noi, le notizie sulla nostra

    sorte.-

    9 nov - Faccio la conoscenza del Tenente macchinista di marina napoletano Calicchio,

    che si trova nella mia baracca: è napoletano è napoletano e facciamo subito amicizia: è stato preso prigioniero, poveraccio, 6

    ore dopo la dichiarazione di guerra a bordo della cacciatorpediniere "Turbine" affonda-

    to da nelle acque dell'Adriatico: è il più vecchio tra i veterano dei prigionieri di guerra italiani: mi racconta le sue mi racconta la sua miserie storia

    miserie, e mi mette a nudo lo stato del suo animo demoralizzato al massimo grado tanto più che

    quanto    vecchi, non è rimasto quasi più nessuno son riusciti tutti, o per mezzo di forti raccomandazioni o per mali

    simulati, a farsi riconoscere quali come invalidi ed ottenere il rimpatrio.- Anch'egli

    si è dato molto da fare, e dopo tanti stenti c'era riuscito anche lui: ed alcuni giorni prima dell'offensiva doveva andar rim-

    patriare via partire: si era già messo in treno: non mancava che il pronti per partire, quando è giunta la comuni-

    cazione che la frontiera era stata chiusa: ha dovuto ritornarsene al campo 

    e mi diceva, che quasi con le lagrime agli occhi, che mai nella sua vita ha

    provato una delusione maggiore.- Lo immagino perfettamente:- c'è davvero

    da farsi venire un accidente, dopo ben 29 mesi di prigionia tornare all'inferno quando si era per toccare il cielo col dito e già pregustava la gr

    felicità del rimpatrio dopo ben 29 mesi di prigionia:- In tutti i modi,

    si è un po' acquietato ora e paziente aspetta che ritorni l'ordine


  • July 7, 2017 10:08:37 Stefania Biron

    a mancare tutto quei proventi necessari perché si possa man-

    giar bene e ci si deve accontentare ora di quanto concede

    l'Austria e di quel po' di riserva che ancora c'era prima del nostro

    arrivo.- Mi son procurato un modulo di Telegramma e mi affretto

    a telegrafare a casa, cosa che non ho potuto assolutamente far

    prima di questo giorno: mi dicono che in tempi norm non si 

    sa ancora però se la frontiera Svizzera è stata riaperta tuttora chiusa, pare

    anzi sia stata riaperta e poi richiusa: e c'è chi dice che i solo se il telegrammi non

    posta hanno il via libera.- Speriamo o per lo meno mi auguro

    che abbia potuto partire la cartolina scritta da Ober-Leiback.-

    Le sofferenze e i pat materiali patite durante tutti questo i giorni

    scorsi, sono ben poco, niente del tutto di fronte allo strazio morale di non riuscire che si prova: cosa mai non 

    si farebbe perché far conoscere al più 


  • July 7, 2017 10:08:06 Stefania Biron

    a mancare tutto quei proventi necessari perché si possa man-

    giar bene e ci si deve accontentare ora di quanto concede

    l'Austria e di quel po' di riserva che ancora c'era prima del nostro

    arrivo.- Mi son procurato un modulo di Telegramma e mi affretto

    a telegrafare a casa, cosa che non ho potuto assolutamente far

    prima di questo giorno: mi dicono che in tempi norm non si 

    sa ancora però se la frontiera Svizzera è stata riaperta tuttora chiusa, pare

    anzi sia stata riaperta e poi richiusa: e c'è chi dice che i solo se il telegrammi non

    posta hanno il via libera.- Speriamo o per lo meno mi auguro

    che abbia potuto partire la cartolina scritta da Ober-Leiback.-

    Le sofferenze e i pat materiali patite durante tutti questo i giorni

    scorsi, sono ben poco, niente del tutto di fronte allo strazio morale di non riuscire che si prova: cosa mai non 



  • July 7, 2017 10:07:44 Stefania Biron

    a mancare tutto quei proventi necessari perché si possa man-

    giar bene e ci si deve accontentare ora di quanto concede

    l'Austria e di quel po' di riserva che ancora c'era prima del nostro

    arrivo.- Mi son procurato un modulo di Telegramma e mi affretto

    a telegrafare a casa, cosa che non ho potuto assolutamente far

    prima di questo giorno: mi dicono che in tempi norm non si 

    sa ancora però se la frontiera Svizzera è stata riaperta tuttora chiusa, pare

    anzi sia stata riaperta e poi richiusa: e c'è chi dice che i solo se il telegrammi non

    posta hanno il via libera.- Speriamo o per lo meno mi auguro

    che abbia potuto partire la cartolina scritta da Ober-Leiback.-

    Le sofferenze e i pat materiali patite durante tutti questo i giorni

    scorsi, sono ben poco, niente del tutto di fronte allo strazio morale che si prova: cosa mai non 


  • July 7, 2017 09:38:17 Stefania Biron

    a mancare tutto quei proventi necessari perché si possa man-

    giar bene e ci si deve accontentare ora di quanto concede

    l'Austria e di quel po' di riserva che ancora c'era prima del nostro

    arrivo.- Mi son procurato un modulo di Telegramma e mi affretto

    a telegrafare a casa, cosa che non ho potuto assolutamente far

    prima di questo giorno: mi dicono che in tempi norm non si 

    sa ancora però se la frontiera Svizzera è stata riaperta tuttora chiusa, pare


Description

Save description
  • 46.26436529999999||13.60910309999997||

    Caporetto

    ||1
Location(s)
  • Story location Caporetto
Login and add location


ID
5568 / 240060
Source
http://europeana1914-1918.eu/...
Contributor
Mario De Peppo
License
http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/


Login to edit the languages

Login to edit the fronts
  • Italian Front

Login to add keywords
  • Artillery
  • Military Punishment
  • Prisoners of War

Login and add links

Notes and questions

Login to leave a note