Lettere di condoglianze a Michele Talamo padre del sottotenente Ugo Talamo, item 7

Edit transcription:
...
Transcription saved
Enhance your transcribing experience by using full-screen mode

Transcription

You have to be logged in to transcribe. Please login or register and click the pencil-button again

dosi nel palato, mentre gridavamo

correva all'assalto. Egli comandava

un plotone del secondo rincalzo;

è arrivato sulla prima

linea di combattimento.

L'abbiamo avvolto e posto in

una barella. Al posto di medicazione

il ten. Medico dott. Gastone

Senzi, del II° battaglione, constatò

la morte.

La sera stessa l'abbiamo seppellito,

insieme alla salma dell'Aiutante

Magg. in 2^. Sottotenente

Margar., poco discosto dal posto

di medicazione del trincerone

di Dol, sul M.te Sabotino.

La cerimonia, nella penombra del

crepuscolo, è stata commovente,

nella semplicità forzata che la

situazione esigeva. Erano presenti

quasi tutti gli ufficiali del battaglione,

due squadre della 7^ comp. presentavano

le armi, il cappellano militare

del Regg. Don Riccardo Zannoni benedisse

la salma, giù caduta nella fossa;

poi fu coperto.

Una bottiglia depostagli accanto

contiene l'iscrizione del nome

e della data; una croce di legno

improvvisata mira il luogo della

sepoltura.

Ugo Talamo è stato un mese e

mezzo fra noi, e si era guadagnato

tutte le simpatie. Il suo comandante

di compagnia, cap. Raffaele

Scarpa, ora non più presente al

Reggimento, rimase afflittissimo della

sua scomparsa; mi ricordo che

disse: "era un ufficiale intelligente

e di buona volontà". Il comando di

battaglione l'à proposto per una

medaglia al valore.

Questo è tutto quello che io so: tutti

gli altri testimoni, fuori di quei tre

che le o nominati, che forse potrebbero

aggiungere qualche cosa, non sono

più in vita o non sono più al

Reggimento. Per me, signore, la prego

di considerarmi come amico del povero

Ugo, e oggi cultore vivente della sua

memoria.

Dev.mo L ten. Antonio Vanni

Transcription saved

dosi nel palato, mentre gridavamo

correva all'assalto. Egli comandava

un plotone del secondo rincalzo;

è arrivato sulla prima

linea di combattimento.

L'abbiamo avvolto e posto in

una barella. Al posto di medicazione

il ten. Medico dott. Gastone

Senzi, del II° battaglione, constatò

la morte.

La sera stessa l'abbiamo seppellito,

insieme alla salma dell'Aiutante

Magg. in 2^. Sottotenente

Margar., poco discosto dal posto

di medicazione del trincerone

di Dol, sul M.te Sabotino.

La cerimonia, nella penombra del

crepuscolo, è stata commovente,

nella semplicità forzata che la

situazione esigeva. Erano presenti

quasi tutti gli ufficiali del battaglione,

due squadre della 7^ comp. presentavano

le armi, il cappellano militare

del Regg. Don Riccardo Zannoni benedisse

la salma, giù caduta nella fossa;

poi fu coperto.

Una bottiglia depostagli accanto

contiene l'iscrizione del nome

e della data; una croce di legno

improvvisata mira il luogo della

sepoltura.

Ugo Talamo è stato un mese e

mezzo fra noi, e si era guadagnato

tutte le simpatie. Il suo comandante

di compagnia, cap. Raffaele

Scarpa, ora non più presente al

Reggimento, rimase afflittissimo della

sua scomparsa; mi ricordo che

disse: "era un ufficiale intelligente

e di buona volontà". Il comando di

battaglione l'à proposto per una

medaglia al valore.

Questo è tutto quello che io so: tutti

gli altri testimoni, fuori di quei tre

che le o nominati, che forse potrebbero

aggiungere qualche cosa, non sono

più in vita o non sono più al

Reggimento. Per me, signore, la prego

di considerarmi come amico del povero

Ugo, e oggi cultore vivente della sua

memoria.

Dev.mo L ten. Antonio Vanni


Transcription history
  • November 2, 2018 16:30:35 Sara Fresi

    dosi nel palato, mentre gridavamo

    correva all'assalto. Egli comandava

    un plotone del secondo rincalzo;

    è arrivato sulla prima

    linea di combattimento.

    L'abbiamo avvolto e posto in

    una barella. Al posto di medicazione

    il ten. Medico dott. Gastone

    Senzi, del II° battaglione, constatò

    la morte.

    La sera stessa l'abbiamo seppellito,

    insieme alla salma dell'Aiutante

    Magg. in 2^. Sottotenente

    Margar., poco discosto dal posto

    di medicazione del trincerone

    di Dol, sul M.te Sabotino.

    La cerimonia, nella penombra del

    crepuscolo, è stata commovente,

    nella semplicità forzata che la

    situazione esigeva. Erano presenti

    quasi tutti gli ufficiali del battaglione,

    due squadre della 7^ comp. presentavano

    le armi, il cappellano militare

    del Regg. Don Riccardo Zannoni benedisse

    la salma, giù caduta nella fossa;

    poi fu coperto.

    Una bottiglia depostagli accanto

    contiene l'iscrizione del nome

    e della data; una croce di legno

    improvvisata mira il luogo della

    sepoltura.

    Ugo Talamo è stato un mese e

    mezzo fra noi, e si era guadagnato

    tutte le simpatie. Il suo comandante

    di compagnia, cap. Raffaele

    Scarpa, ora non più presente al

    Reggimento, rimase afflittissimo della

    sua scomparsa; mi ricordo che

    disse: "era un ufficiale intelligente

    e di buona volontà". Il comando di

    battaglione l'à proposto per una

    medaglia al valore.

    Questo è tutto quello che io so: tutti

    gli altri testimoni, fuori di quei tre

    che le o nominati, che forse potrebbero

    aggiungere qualche cosa, non sono

    più in vita o non sono più al

    Reggimento. Per me, signore, la prego

    di considerarmi come amico del povero

    Ugo, e oggi cultore vivente della sua

    memoria.

    Dev.mo L ten. Antonio Vanni

  • November 2, 2018 16:30:29 Sara Fresi
  • October 10, 2018 09:55:15 Sara Fresi

    dosi nel palato, mentre gridavamo

    correva all'assalto. Egli comandava

    un plotone del secondo rincalzo;

    è arrivato sulla prima

    linea di combattimento.

    L'abbiamo avvolto e posto in

    una barella. Al posto di medicazione

    il ten. Medico dott. Gastone

    Senzi, del II° battaglione, constatò

    la morte.

    La sera stessa l'abbiamo seppellito,

    insieme alla salma dell'Aiutante

    Magg. in 2^. Sottotenente

    Margar., poco discosto dal posto

    di medicazione del trincerone

    di Dol, sul M.te Sabotino.

    La cerimonia, nella penombra del

    crepuscolo, è stata commovente,

    nella semplicità forzata che la

    situazione esigeva. Erano presenti

    quasi tutti gli ufficiali del battaglione,

    due squadre della 7^ comp. presentavano

    le armi, il cappellano militare

    del Regg. Don Riccardo Zannoni benedisse

    la salma, giù caduta nella fossa;

    poi fu coperto.

    Una bottiglia depostagli accanto

    contiene l'iscrizione del nome

    e della data; una croce di legno

    improvvisata mira il luogo della

    sepoltura.

    Ugo Talamo è stato un mese e

    mezzo fra noi, e si era guadagnato

    tutte le simpatie. Il suo comandante

    di compagnia, cap. Raffaele

    Scarpa, ora non più presente al

    Reggimento, rimase afflittissimo della

    sua scomparsa; mi ricordo che

    disse: "era un ufficiale intelligente

    e di buona volontà". Il comando di

    battaglione l'à proposto per una

    medaglia al valore.

    Questo è tutto quello che io so: tutti

    gli altri testimoni, fuori di quei tre

    che le o nominati, che forse potrebbero

    aggiungere qualche cosa, non sono

    più in vita o non sono più al

    Reggimento. Per me, signore, la prego

    di considerarmi come amico del povero

    Ugo, e oggi cultore vivente della sua

    memoria.

    Dev.mo L ten. Antonio Vanni


  • October 9, 2018 11:07:04 Sara Fresi

    dosi nel palato, mentre gridavamo

    correva all'assalto. Egli comandava

    un plotone del secondo rincalzo;

    è arrivato sulla prima

    linea di combattimento.

    L'abbiamo avvolto e posto in

    una barella. Al posto di medicazione

    il ten. Medico dott. Gastone

    Senzi, del II° battaglione, constatò

    la morte.

    La sera stessa l'abbiamo seppellito,

    insieme alla salma dell'Aiutante

    Magg. in 2^. Sottotenente

    Margar., poco discosto dal posto

    di medicazione del trincerone

    di Dol, sul M.te Sabotino.

    La cerimonia, nella penombra del

    crepuscolo, è stata commovente,

    nella semplicità forzata che la

    situazione esigeva. Erano presenti

    quasi tutti gli ufficiali del battaglione,

    due squadre della 7^ comp. presentavano

    le armi, il cappellano militare

    del Regg. Don Riccardo Zannoni benedisse

    la salma, giù caduta nella fossa;

    poi fu coperto.

    Una bottiglia depostagli accanto

    contiene l'iscrizione del nome

    e della data; una croce di legno

    improvvisata mira il luogo della

    sepoltura.

    Ugo Talamo è stato un mese e

    mezzo fra noi, e si era guadagnato

    tutte le simpatie. Il suo comandante

    di compagnia, cap. Raffaele

    Scarpa, ora non più presente al

    Reggimento, rimase afflittissimo della

    sua scomparsa; mi ricordo che

    disse: "era un ufficiale intelligente

    e di buona volontà". Il comando di

    battaglione l'à proposto per una

    medaglia al valore.

    Questo è tutto quello che io so: tutti

    gli altri testimoni, fuori di quei tre

    che le o nominati, che forse potrebbero

    aggiungere qualche cosa, non sono

    più in vita o non sono più al

    Reggimento. Per me, signore, la prego

    di considerarmi come amico del povero

    Ugo, e oggi cultore vivente della sua

    memoria.

    Dev.mo L ten. Antonio Vanni


  • October 9, 2018 11:05:21 Sara Fresi

    dosi nel palato, mentre gridavamo

    correva all'assalto. Egli comandava

    un plotone del secondo rincalzo;

    è arrivato sulla prima

    linea di combattimento.

    L'abbiamo avvolto e posto in

    una barella. Al posto di medicazione

    il ten. Medico dott. Gastone

    Senzi, del II° battaglione, constatò

    la morte.

    La sera stessa l'abbiamo seppellito,

    insieme alla salma dell'Aiutante

    Magg. in 2^. Sottotenente

    Margar., poco discosto dal posto

    di medicazione del trincerone

    di Dol, sul M.te Sabotino.

    La cerimonia, nella penombra del

    crepuscolo, è stata commovente,

    nella semplicità forzata che la

    situazione esigeva. Erano presenti

    quasi tutti gli ufficiali del battaglione,

    due squadre della 7^ comp. presentavano

    le armi, il cappellano militare

    del Regg. Don Riccardo Zannoni benedisse

    la salma, giù caduta nella fossa;

    poi fu coperto.

    Una bottiglia depostagli accanto

    contiene l'iscrizione del nome

    e della data; una croce di legno

    improvvisata mira il luogo della

    sepoltura.

    Ugo Talamo è stato un mese e

    mezzo fra noi, e si era guadagnato

    tutte le simpatie. Il suo comandante

    di compagnia cap. Raffaele

    Scarpa, ora non più presente al

    Reggimento, rimase afflittissimo della

    sua scomparsa: mi ricordo che

    disse: "era un ufficiale intelligente

    e di buona volontà". Il comando di

    battaglione l'à proposto per una

    medaglia al valore.

    Questo è tutto quello che io so: tutti

    gli altri testimoni, fuori di quei tre

    che le o nominati, che forse potrebbero

    aggiungere qualche cosa, non sono

    più in vita o non sono più al

    Reggimento. Per me, signore, la prego

    di considerarmi come amico del povero

    Ugo, e oggi cultore vivente della sua

    memoria.

    Dev.mo L ten. Antonio Vanni


  • October 9, 2018 11:04:02 Sara Fresi

    dosi nel palato, mentre gridavamo

    correva all'assalto. Egli comandava

    un plotone del secondo rincalzo;

    è arrivato sulla prima

    linea di combattimento.

    L'abbiamo avvolto e posto in

    una barella. Al posto di medicazione

    il ten. Medico dott. Gastone

    Senzi, del II° battaglione, constatò

    la morte.

    La sera stessa l'abbiamo seppellito,

    insieme alla salma dell'Aiutante

    Magg. in 2^. Sottotenente

    Margar., poco discosto dal posto

    di medicazione del trincerone

    di Dol, sul M.te Sabotino.

    La cerimonia, nella penombra del

    crepuscolo, è stata commovente,

    nella semplicità forzata che la

    situazione esigeva. Erano presenti

    quasi tutti gli ufficiali del battaglione,

    due squadre della 7^ comp. presentavano

    le armi, il cappellano militare

    del Regg. Don Riccardo Zannoni benedisse

    la salma, giù caduta nella fossa;

    poi fu coperto.

    Una bottiglia depostagli accanto

    contiene l'iscrizione del nome

    e della data; una croce di legno

    improvvisata mira il luogo della

    sepoltura.

    Ugo Talamo è stato un mese e

    mezzo fra noi, e si era guadagnato

    tutte le simpatie. Il suo comandante

    di compagnia cap. Raffaele

    Scarpa, ora non più presente al

    Reggimento, rimase afflittissimo della

    sua scomparsa: mi ricordo che

    disse: "era un ufficiale intelligente

    e di buona volontà". Il comando di

    battaglione l'à proposto per una

    medaglia al valore.

    Questo è tutto quello che io so: tutti

    gli altri testimoni, fuori di quei tre

    che le o nominati, che forse potrebbero

    aggiungere qualche cosa, non sono

    più in vita o non sono più al

    Reggimento. Per me, signore, la prego

    di considerarmi come amico del povero

    Ugo, e oggi cultore vivente della sua

    memoria.

    Dev.mo ten Antonio Vanni


  • October 9, 2018 10:57:20 Sara Fresi

    dosi nel palato, mentre gridavamo

    correva all'assalto. Egli comandava

    un plotone del secondo rincalzo;

    è arrivato sulla prima

    linea di combattimento.

    L'abbiamo avvolto e posto in

    una barella. Al posto di medicazione

    il ten. Medico dott. Gastone

    Senzi, del II° battaglione, constatò

    la morte.

    La sera stessa l'abbiamo seppellito,

    insieme alla salma dell'Aiutante

    Magg. in 2^. Sottotenente

    Margar., poco discosto dal posto

    di medicazione del trincerone

    di Dol, sul M.te Sabotino.

    La cerimonia, nella penombra del

    crepuscolo, è stata commovente,

    nella semplicità forzata che la

    situazione esigeva. Erano presenti

    quasi tutti gli ufficiali del battaglione,

    due squadre della 7^ comp. presentavano

    le armi, il cappellano militare

    del Regg. Don Riccardo Zannoni benedisse

    la salma, giù caduta nella fossa;

    poi fu coperto.

    Una bottiglia depostagli accanto

    contiene l'iscrizione del nome

    e della data; una croce di legno

    improvvisata mira il luogo della

    sepoltura.

    Ugo Talamo è stato un mese e

    mezzo fra noi, e si era guadagnato

    tutte le simpatie. Il suo comandante

    di compagnia cap. Raffaele Scarpa, ora non più presente al

    Reggimento, rimase afflittissimo della

    sua scomparsa: mi ricordo che

    disse: "era un ufficiale intelligente

    e di buona volontà". Il comando di

    battaglione l'à proposto per una

    medaglia al valore.

    Questo è tutto quello che io so: tutti

    gli altri testimoni, fuori di quei tre

    che le o nominati, che fose potrebbero

    aggiungere qualche cosa, non sono

    più in vita o non sono più al

    Reggimento. Per me, signore, la prego

    di considerarmi come amico del povero

    Ugo, e oggi cultore 


  • October 9, 2018 10:51:29 Sara Fresi

    dosi nel palato, mentre gridavamo

    correva all'assalto. Egli comandava

    un plotone del secondo rincalzo;

    è arrivato sulla prima

    linea di combattimento.

    L'abbiamo avvolto e posto in

    una barella. Al posto di medicazione

    il ten. Medico dott. Gastone

    Senzi, del II° battaglione, constatò

    la morte.

    La sera stessa l'abbiamo seppellito,

    insieme alla salma dell'Aiutante

    Magg. in 2^. Sottotenente

    Margar., poco discosto dal posto

    di medicazione del trincerone

    di Dol, sul M.te Sabotino.

    La cerimonia, nella penombra del

    crepuscolo, è stata commovente,

    nella semplicità forzata che la

    situazione esigeva. Erano presenti

    quasi tutti gli ufficiali del battaglione,

    due squadre della 7^ comp. presentavano

    le armi, il cappellano militare

    del Regg. Don Riccardo Zannoni benedisse


Description

Save description
  • 40.4643606||17.2470303||

    Taranto

  • 40.8517983||14.26812||

    Napoli

  • 45.9880517||13.634994600000027||

    Monte Sabotino

    ||1
Location(s)
  • Story location Monte Sabotino
  • Document location Taranto
  • Additional document location Napoli
Login and add location


ID
21723 / 256091
Source
http://europeana1914-1918.eu/...
Contributor
Polo Museale della Campania
License
http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/


November 25, 1915 – November 20, 1916
Login to edit the languages
  • Italiano

Login to edit the fronts
  • Italian Front

Login to add keywords
  • letter of condolence

Login and add links

Notes and questions

Login to leave a note