Lettere del tenente Armando Amoroso alla famiglia, item 21

Edit transcription:
...
Transcription saved
Enhance your transcribing experience by using full-screen mode

Transcription

You have to be logged in to transcribe. Please login or register and click the pencil-button again

Carissimi, ho ricevuto ieri vostre lettere, dalle quali appren_

do, contrariamente a quanto io vorrei, le vostre preoccu_

pazioni per me, dato il momento.... passato. Dunque,

come anche appreso dalle mie ante posteriori al 15, 

e come anche letto dai giornali, anche al mio setto_

re apprendo un qualche movimento, ma, per compenso

il mio settore è stato il primo ad essere ripulito.

Mi pare poi di non aver fatto male a tacervi

tutto prima del 15, prima perché l'offensiva, che si

riteneva probabile verso la prima di maggio,  sembrò d'

un tratto, verso i primi di giugno, dovesse sfumare, poi

avvisarvi di ciò che poteva e non poteva essere, mi

sembrava volervi preoccupare inutilmente. 

Ma dunque, come sapete, tutto è ritornato nello sta_

tus quo ante bellum, ovverosia siamo di nuovo sulla

Piave nostra, per merito dei nostri bravi  ... ,

per merito ancora - e soprattutto dei nostri corpi e delle

organizzazioni puntuali come manometri. Veniva

spontaneo paragonare l'ingranaggio delle cose come li

svolgevamo ora a quelle delle giornate ormai lon_

tanissime e cancellate dell'ottobre. Che enorme diffi_

coltà! Poi ora ognuno sapeva ciò che doveva fare,

qual'era il suo compito esatto, preziosissimo, allora

purtroppo ognuno doveva agira come meglio credeva.

Ma basta. Oramai nella considerazione  di tutti

abbiamo fatto un sbalzo enorme. Oramai  Venezia,

bramata dall'occhialuto "herr" è sicura.

Transcription saved

Carissimi, ho ricevuto ieri vostre lettere, dalle quali appren_

do, contrariamente a quanto io vorrei, le vostre preoccu_

pazioni per me, dato il momento.... passato. Dunque,

come anche appreso dalle mie ante posteriori al 15, 

e come anche letto dai giornali, anche al mio setto_

re apprendo un qualche movimento, ma, per compenso

il mio settore è stato il primo ad essere ripulito.

Mi pare poi di non aver fatto male a tacervi

tutto prima del 15, prima perché l'offensiva, che si

riteneva probabile verso la prima di maggio,  sembrò d'

un tratto, verso i primi di giugno, dovesse sfumare, poi

avvisarvi di ciò che poteva e non poteva essere, mi

sembrava volervi preoccupare inutilmente. 

Ma dunque, come sapete, tutto è ritornato nello sta_

tus quo ante bellum, ovverosia siamo di nuovo sulla

Piave nostra, per merito dei nostri bravi  ... ,

per merito ancora - e soprattutto dei nostri corpi e delle

organizzazioni puntuali come manometri. Veniva

spontaneo paragonare l'ingranaggio delle cose come li

svolgevamo ora a quelle delle giornate ormai lon_

tanissime e cancellate dell'ottobre. Che enorme diffi_

coltà! Poi ora ognuno sapeva ciò che doveva fare,

qual'era il suo compito esatto, preziosissimo, allora

purtroppo ognuno doveva agira come meglio credeva.

Ma basta. Oramai nella considerazione  di tutti

abbiamo fatto un sbalzo enorme. Oramai  Venezia,

bramata dall'occhialuto "herr" è sicura.


Transcription history
  • October 11, 2018 01:58:30 Irene Chieli

    Carissimi, ho ricevuto ieri vostre lettere, dalle quali appren_

    do, contrariamente a quanto io vorrei, le vostre preoccu_

    pazioni per me, dato il momento.... passato. Dunque,

    come anche appreso dalle mie ante posteriori al 15, 

    e come anche letto dai giornali, anche al mio setto_

    re apprendo un qualche movimento, ma, per compenso

    il mio settore è stato il primo ad essere ripulito.

    Mi pare poi di non aver fatto male a tacervi

    tutto prima del 15, prima perché l'offensiva, che si

    riteneva probabile verso la prima di maggio,  sembrò d'

    un tratto, verso i primi di giugno, dovesse sfumare, poi

    avvisarvi di ciò che poteva e non poteva essere, mi

    sembrava volervi preoccupare inutilmente. 

    Ma dunque, come sapete, tutto è ritornato nello sta_

    tus quo ante bellum, ovverosia siamo di nuovo sulla

    Piave nostra, per merito dei nostri bravi  ... ,

    per merito ancora - e soprattutto dei nostri corpi e delle

    organizzazioni puntuali come manometri. Veniva

    spontaneo paragonare l'ingranaggio delle cose come li

    svolgevamo ora a quelle delle giornate ormai lon_

    tanissime e cancellate dell'ottobre. Che enorme diffi_

    coltà! Poi ora ognuno sapeva ciò che doveva fare,

    qual'era il suo compito esatto, preziosissimo, allora

    purtroppo ognuno doveva agira come meglio credeva.

    Ma basta. Oramai nella considerazione  di tutti

    abbiamo fatto un sbalzo enorme. Oramai  Venezia,

    bramata dall'occhialuto "herr" è sicura.


  • October 11, 2018 01:58:02 Irene Chieli

    Carissimi, ho ricevuto ieri vostre lettere, dalle quali appren_

    do, contrariamente a quanto io vorrei, le vostre preoccu_

    pazioni per me, dato il momento.... passato. Dunque,

    come anche appreso dalle mie ante posteriori al 15, 

    e come anche letto dai giornali, anche al mio setto_

    re apprendo un qualche movimento, ma, per compenso

    il mio settore è stato il primo ad essere ripulito.

    Mi pare poi di non aver fatto male a tacervi

    tutto prima del 15, prima perché l'offensiva, che si

    riteneva probabile verso la prima di maggio,  sembrò d'

    un tratto, verso i primi di giugno, dovesse sfumare, poi

    avvisarvi di ciò che poteva e non poteva essere, mi

    sembrava volervi preoccupare inutilmente. 

    Ma dunque, come sapete, tutto è ritornato nello sta_

    tus quo ante bellum, ovverosia siamo di nuovo sulla

    Piave nostra, per merito dei nostri bravi  ... ,

    per merito ancora - e soprattutto dei nostri corpi e delle

    organizzazioni puntuali come manometri. Veniva

    spontaneo paragonare l'ingranaggio delle cose come li

    svolgevamo ora a quelle delle giornate ormai lon_

    tanissime e cancellate dell'ottobre. Che enorme diffi_

    coltà! Poi ora ognuno sapeva ciò che doveva fare,

    qual'era il suo compito esatto, preziosissimo, allora

    purtroppo ognuno doveva agira come meglio credeva.

    Ma basta. Oramai nella considerazione  di tutti

    abbiamo fatto un sbalzo enorme. Oramai  Venezia ,

    bramata dall'occhialuto "herr" è sicura.


  • October 10, 2018 15:26:08 Giovanni Parisi

    Carissimi, ho ricevuto ieri vostre lettere, dalle quali appren_

    do, contrariamente a quanto io vorrei, le vostre preoccu_

    pazioni per me, dato il momento...passato.  Dunque,

    come anche appreso dalle mie ante posteriori al 15, 

    e come anche letto dai giornali, anche al mio setto_

    re apprendo un qualche inconveniente, ma, per  ... 

    il mio settore è stato il primo ad essere ripulito.

    Mi pare poi di non aver fatto male a  ... 

    tutto prima del 15, prima perché l'offensiva, che si

    riteneva probabile verso la prima di maggio,  sembrò d'

    un tratto, verso i primi di giugno, dovesse sfumare, poi

    avvisarvi di ciò che poteva e non poteva essere, mi

    sembrava volervi preoccupare inutilmente. 

    Ma dunque, come sapete, tutto è ritornato nello sta_

    tus quo ante bellum, ovverosia siamo di nuovo sulla

    Piave nostra, per merito dei nostri bravi  ... ,

    per merito ancora - e soprattutto dei nostri corpi e delle

    organizzazioni puntuali come  ... . Veniva

    spontaneo paragonare l'ingranaggio delle cose come li

    svolgevamo ora a quelle delle giornate ormai lon_

    tanissime e cancellate dell'ottobre. Che enorme diffi_

    coltà! Poi ora ognuno  ...  ciò che doveva fare,

    quel'era il tuo  ... ... , preziosissimo, allora

    purtroppo ognuno doveva agira come meglio  ... .

    Ma basta. Oramai nella considerazione  di tutti

    abbiamo fatto un sbaglio enorme. Oramai  ... ,

    bramata dall'occhialuto "herr" è sicura


Description

Save description
  • 40.8517746||14.268124400000033||

    Napoli

    ||1
Location(s)
  • Story location Napoli


ID
21708 / 255734
Source
http://europeana1914-1918.eu/...
Contributor
Polo Museale della Campania
License
http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/


  • Italiano

  • Italian Front

  • Trench Life



Notes and questions

Login to leave a note