MI18 - 73 - In famiglia si parlavano le lingue del mondo...

Title in English
Languages can help

Description
La storia è quella del nonno della contributrice. Fu arruolato probabilmente come interprete perché nonostante il nome italiano, era nato in Bulgaria. La sua era una famiglia nobile veneziana, nata sotto la Serenissima, ma che dopo il trattato di Campoformio aveva preferito l’esilio al dominio austriaco. Giovanni Malfatti (trisavolo della contributrice), insieme a Niccolò Tommaseo e Daniele Manin scelsero di andarsene dall’Italia (la relazione tra i 3 compare in alcuni libri). Inizialmente Giovanni si trasferì a Costantinopoli con la moglie ed i 6/7 figli. Era direttore ospedale civico di Venezia. Quando muore, passano in Bulgaria, sono andati a Smirne, poi lì. Nonno Bartolomeo fu assunto come ingegnere nelle ferrovie bulgare. In casa parlavano italiano, francese, ma anche greco perché la nonna, Agnese Z. Malfatti, era nata proprio in Grecia. Papa Giovanni XXIII, andò in Bulgaria nel periodo in cui era nunzio apostolico e visitò casa loro, perché famiglia italiana di nobili origini ed importante. Dei fratelli di Bartolomeo, Alessandro era diventato prete e venuto a Roma (non sappiamo quando), poi aveva diretto il convento dei padri Assunzionisti a Cannero (lago Maggiore), è sepolto lì. La contributrice ha materiale trovato in rete a riguardo che invierà. La nonna preferiva non raccontare della guerra. La casa in Bulgaria fu requisita dai russi, poi dai tedeschi negli anni della 2° GM. La contributrice non conosce bene la storia del nonno, morto subito dopo la 2° guerra di cuore, ha informazioni solo dai materiali recuperati (e portati) presso una zia. Sa che la nonna e le due figlie sono venute dopo la 2° GM in Italia e hanno raggiunto il fratello (padre della contributrice). con la moglie ed i 6/7 figli. Era direttore ospedale civico di Venezia. Quando muore, passano in Bulgaria, sono andati a Smirne, poi lì. Nonno Bartolomeo fu assunto come ingegnere nelle ferrovie bulgare. In casa parlavano italiano, francese, ma anche greco perché la nonna, Agnese Z. Malfatti, era nata proprio in Grecia. Papa Giovanni XXIII, andò in Bulgaria nel periodo in cui era nunzio apostolico e visitò casa loro, perché famiglia italiana di nobili origini ed importante. Dei fratelli di Bartolomeo, Alessandro era diventato prete e venuto a Roma (non sappiamo quando), poi aveva diretto il convento dei padri Assunzionisti a Cannero (lago Maggiore), è sepolto lì. La contributrice ha materiale trovato in rete a riguardo che invierà. La nonna preferiva non raccontare della guerra. La casa in Bulgaria fu requisita dai russi, poi dai tedeschi negli anni della 2° GM. La contributrice non conosce bene la storia del nonno, morto subito dopo la 2° guerra di cuore, ha informazioni solo dai materiali recuperati (e portati) presso una zia. Sa che la nonna e le due figlie sono venute dopo la 2° GM in Italia e hanno raggiunto il fratello (padre della contributrice).

Summary description of items
La lettera portata è in francese, indirizzata ad uno dei due fratelli (Alessandro e Ivan (?)), e racconta della di Trento e Trieste diventate italiane, con emozione. Attendono di tornare a casa con ansia, racconta nello scritto di aver contratto la spagnola, ma di essere guarito. Dopo la guerra era tornato a casa in Bulgaria, quando nasce il papà della contributrice nel ‘21 (primogenito) si trovano ancora a Plovdiv. Il nonno era venuto da solo in Italia durante la guerra , probabilmente richiamato a causa della doppia nazionalità, presumibilmente fu impiegato come interprete (o informatore). La lettera è datata 16/10/1918 e fu inviata quando era prigioniero di guerra ad Alessandria in campo contumaciale. Carta d’identità e 2 foto personali.

Transcription status
Not started 100 %
Edit 0 %
Review 0 %
Complete 0 %
ID
16311
Source
http://europeana1914-1918.eu/...
Number of items
6
Person
Bartolomeo Malfatti
Born: April 20, 1883 in Plovdiv
Died: November 30, -0001 in Plovdiv
Origin date
1914 – October 16, 1918
Languages
Français, Italiano, Русский
Keywords
Prisoners of War, Recruitment and Conscription
Theatre
Italian Front
Location
Smyrna
Contributor
Patrizia Malfatti
Licence
http://creativecommons.org/publicdomain/zero/1.0/
  • 38.423331||27.142851999999948||
    MI18 - 73 - In famiglia si parlavano le lingue del mondo...

    MI18 - 73 - In famiglia si parlavano le lingue del mondo...

    View document

    ||